Anche se il termine può dirci poco o nulla, è probabile che molti di voi abbiano almeno una volta adottato questo approccio al lavoro.
Infatti il termine BYOD (dall’inglese Bring Your Own Device), “porta il tuo dispositivo personale” è un termine che si usa quando un’azienda richieda ai suoi dipendenti di lavorare utilizzando la propria strumentazione personale.
Diciamo quindi che, nel momento in cui rispondiamo ad una mail di lavoro dal nostro smartphone personale, abbiamo messo in pratica il concetto di BYOD.
A tutti gli effetti però essendo il BYOD una policy aziendale, va trattato come tale e quindi metterlo in pratica con un criterio non è poi cosi banale, soprattutto per chi all’interno dell’azienda debba garantire una certa sicurezza e privacy dei dati sensibili dell’azienda.

Il concetto di lavorare con un proprio dispositivo non è infatti una cosa recente, in passato le aziende permettevano ai dipendenti di utilizzare il proprio dispositivo all’interno della struttura aziendale, oppure tramite modalità di telelavoro controllato, oggi con il mondo mobile sempre più a farla da protagonista, il concetto di BYOD si sta estendendo a qualsiasi luogo in qualsiasi momento.

Ma è possibile garantire allo stesso tempo la massima “mobilità” ai nostri dipendenti senza pregiudicare la sicurezza dei nostri preziosi dati aziendali?
La risposta è si, ma a patto di aver predisposto l’infrastruttura IT aziendale per poter garantire gli standard di sicurezza richiesti.
Statisticamente il fenomeno del BYOD è molto diffuso negli Stati Uniti e nei Paesi in via di sviluppo come India, Cina, Russia.
Come possiamo vedere da una recente analisi su circa 200 aziende americane il 74% sostiene di permettere l’uso permettere l’uso di dispositivi personali a fini aziendali o prevede di farlo nei prossimi 12 mesi:

BYOD_grafico

In Italia è un fenomeno ancora relativamente marginale, eppure in un contesto dove siamo costantemente connessi questa pratica risulta essere la naturale evoluzione del lavoro.
Spesso ci è capitato di vedere aziende che hanno approcciato questa tendenza ma che poi si sono fermate di fronte al fatto che non erano in grado di garantire gli standard di sicurezza imposti dall’azienda e hanno fanno un passo indietro.
Le principali problematiche legate al BYOD sono infatti gli aspetti legati alla privacy dei dati, della sicurezza informativa e al rischio di perdita o sottrazione di dati aziendali.
Proprio per questi motivi se un’azienda ne capisce i benefici, deve, come per qualsiasi implementazione tecnologica, prevedere un budget per implementare tale tecnologia con criterio.
Se ben implementato il BYOD, può essere addirittura più sicuro rispetto ad un accesso remoto estemporaneo alla rete aziendale.
In qualche articolo precedente abbiamo parlato di virtualizzazione e consolidamento del mondo server, i medesimi concetti possono essere applicati anche alle postazioni di lavoro degli utenti, e le soluzioni più moderne in ambito di virtualizzazione dei desktop, prevedono già il concetto di BYOD.
All’ atto pratico questo significa che a prescindere dalla mia posizione geografica ed il dispositivo in mio possesso (PC, Mac, Tablet, Smartphone, etc), posso collegarmi al mio applicativo aziendale piuttosto che al mio “desktop” aziendale e lavorare con i medesimi strumenti tecnologici che ho a disposizione quando sono all’interno dell’azienda.
Il tutto con la tranquillità che i dati aziendali
non siano fisicamente sul dispositivo utilizzato ma al sicuro presso il vostro (o nostro) datacenter, il che significa che anche il furto o lo smarrimento del dispositivo non rappresenti una criticità o una possibile fuga di dati.
Di seguito un esempio di come potrebbe apparire il vostro iPAD connesso alla vostra sessione di lavoro su Windows 7:

IPAD_connesso

Il BYOD pertanto, rappresenta una nuova sfida per le aziende, in un certo senso significa reinventare il concetto di ufficio, partendo dal presupposto che la tecnologia oggi permette di lavorare in maniera efficiente da qualsiasi luogo.
Semplify può aiutare a comprendere come nuove tecnologie come quelle legate al BYOD, possano essere implementate all’interno della vostra struttura aziendale. Per approfondire questo argomento contattaci!

 

Richiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati